Texts

About

“NO AL CIRCO CON GLI ANIMALI”, LA FORESTA CHE AVANZA CONTESTA L’ORDINANZA DEL TAR DI LECCE

Con un’ordinanza depositata lo scorso 5 settembre la prima sezione del Tar di Lecce ha accolto il ricorso presentato dal circo “Darix presenta Orfei”, avverso alla nota del Comune di Brindisi che vietava “di svolgere sul territorio del Comune spettacoli, giochi, lotterie o altri intrattenimenti pubblici, […]fiere, mercati e spettacoli circensi che comportino maltrattamenti ad animali e/o siano contrari alla loro dignità ed al loro rispetto”. Nelle motivazioni dell’ordinanza i giudici del Tar hanno concluso che l’esercizio da parte dei Comuni di regolamentare in materia di tutela degli animali non può mai portare al divieto totale dello svolgimento delle attività. “Ci troviamo di fronte a una sentenza che rischia di annullare anni di battaglie in difesa degli animali, sfruttati per fini commerciali e spesso maltrattati” dichiara Alberto Mereu, responsabile de La Foresta che Avanza, gruppo ecologista di CasaPound Italia. “Auspichiamo che l’udienza per il ricorso, fissata per il prossimo 13 dicembre, possa ribaltare questa ordinanza, restituendo alle amministrazioni Comunali il potere di disporre i divieti necessari per impedire all’interno del proprio territorio lo svolgimento di queste manifestazioni deprecabili. Ricordiamo – conclude il responsabile de Lfca – che indicazioni in tal senso provengono anche dal parlamento: proprio in questi giorni, infatti, il Senato ha approvato il dl Cultura contenete un emendamento che mira a contrastare l'utilizzo degli animali all'interno degli spettacoli circensi, impegnando il governo ad azzerare entro il 2018 i contributi per i circhi che invece li utilizzano”.