Texts

About

Animali: nuova azione choc de La Foresta Che Avanza, peluche impiccati contro il maltrattamento nel campo rom


Gli ambientalisti di CasaPound, “basta maltrattamenti nel campo rom”


Roma, 3 agosto - Peluche appesi al sovrapassaggio pedonale di Pomezia nord e uno striscione: ''la nostra fine nel campo rom''. È l'azione dimostrativa compiuta questa notte dai militanti de La Foresta Che Avanza, gruppo ecologista di CasaPound Italia. “È necessario sensibilizzare cittadini e istituzioni sulle condizioni di vita in cui si ritrovano gli animali nel campo rom lungo la Pontina il quale, invero, è solo uno dei tanti in Italia in cui gli animali sono costretti a subire i crudeli giochi di insensibili bambini e ad essere ancora sfruttati fin da cuccioli per impietosire a qualche stazione per l’elemosina, il tutto in un contesto di disagio sociale e finta integrazione che fa da cornice al problema”. Così si legge in una nota de La Foresta che Avanza su quello che quotidianamente succede all’interno dell’insediamento. "Basta entrare o parlare con i volontari che quotidianamente si spendono per questa causa per avere una chiara idea di quanto succede. Riteniamo pertanto necessario un urgente trasporto in strutture adeguate, la sterilizzazione immediata delle cagne, nonché una campagna di adozione per salvare quanti più animali possibili. È inoltre necessario – conclude la nota - che il comune, sebbene sia nota a tutti la precedente attività di vivisettore del neosindaco romano Marino, abbia il coraggio e la risolutezza di affrontare e risolvere tale situazione di degrado.”